LANCELLOTTI Roberto

TRACTATUS DE ATTENTATIS ET INNOVATIS Lite, et Appellatione pendente, et In aliis casibus, qui conversa pagina distincte indicantur (...) nunc primum in lucem editus (...) Spem semel excitae vitae Natua nevgavit,/Ars dedit (ò utinam) posteritate fruat. Romae, Apud Vincentium Accoltum, MDLXXVI (1576).

Altri dettagli


590,00 € tasse incl.

In 4to (folio antico); pp. (12), 607, 81. Mezza pelle, titolo e fregi in oro sbiadito al dorso; bei capilettera;  lievi segni di usura al dorso e ai tagli dei piatti, lieve gora in alcune carte e qualche pagina brunita; strappo al centro della pagina 22; recto della c. 3 e verso della c. 4 bianchi; bella marca tipografica al frontespizio ripetuta al colophon.  Nel complesso buon esemplare in edizione originale, costituito da tre pari, la cui terza inizia con il proprio frontespizio datato 1575.                                    

Prima edizione sconosciuta all’Adams di questo notevole trattato, tra i più rilevanti del Cinquecento in materia di processi, scritto dal giureconsulto perugino Roberto Lancellotti, il quale, trasferitosi a Roma divenne avvocato di fama. Sconosciuta la marca tipografica anche alla Vaccaro e allo Zappella.

Sapori (1611).

29 altri prodotti della stessa categoria:

Carrello  

Nessun prodotto

Spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Check out