SAGREDO GIOVANNI

L’ARCADIA IN BRENTA ovvero la Malinconia Sbandita di Gennesio Gavardo Vacalerio... Bologna, Giovanni Recaldini, 1693

Altri dettagli


170,00 € tasse incl.

In 12mo; pp. 408, (1). Legatura coeva in piena pergamena rigida con titolo manoscritto al dorso. Lievi bruniture e aloni; margine della pagina 189 restaurato; poco marginoso ma nel complesso buon esemplare.
Buona edizione, la prima risale al 1667, di  questa raccolta in prosa e versi di novelle e facezie assai libere e divertenti, in pieno stile boccaccesco, nella quale “tre Cavalieri di Spirito, scelte tre vivacissime Donne, si separarono da gl’altri per godere della quiete della campagna...”. Scelta, dunque, una villa sul Brenta, l’allegra compagnia narra “una sessantina di brevi novelle, oltre trecentocinquanta motti e facezie, giochi di società, poesie, questioni ingegnose, indovinelli ''  (Vinciana).
L’opera, firmata con lo pseudonimo di Ginnasio Gavardo Vacalerio (anagramma di Giovanni Sagredo cavaliero), riscosse grande successo e fu pubblicata innumerevoli volte, si contano ben  25 edizioni più o meno espurgate, più o meno lecite, fino al 1823.
Giovanni Sagredo (1616-1682), ambasciatore presso le Corti europee, amico di Galileo, e intimo del Re Sole, nel 1667 presentò la sua candidatura per succedere come doge a Nicolò Sagredo, con il quale non era imparentato, giungendo vicinissimo alla vittoria ma senza coronare l’impresa a causa di intrighi politici che lo tagliarono fuori.

Cfr Melzi, I, 451. Passano, I, 590. Vinciana n.3034. "Probabile 10°ed. non espurgata"

30 altri prodotti della stessa categoria:

Carrello  

Nessun prodotto

Spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Check out